martedì 18 gennaio 2011

RAGù verzatile

RAGù verzatile
by il colore della curcuma

Con questo ragù ho condito della pasta e l'ho cosparsa con delle scaglie di parmigiano reggiano...

come al solito, tutto rigorosamente dispari...
1 verza (media)
3 patate (piccole)
1 cipolla (piccola)
3 carote
olio extra vergine
sale
brandy
zucchero di canna
1l. passata di pomodoro (rustica meglio).

Lavare la verza e tagliarla, prima a fette e poi di nuovo in pezzi più piccoli. Cuocere al vapore (con la mia vaporiera ho fatto 30minuti) nel frattempo lavare e pelare carote e cipolla, grattugiarle e versare in una pentola con del olio caldo. Fare ammorbidire. Pelare le patate e tagliare a dadini, mescolare insieme nella pentola e coprire giusto, giusto, con dell'acqua calda. Una volta assorbita l'acqua scolare la verza e aggiungere nella pentola, salare, amalgamare, versare un filo di brandy e esfumare. Versare la passata di pomodoro un cucchiaio di zucchero di canna e cuocere ancora per almeno 15 minuti,controllare l'acidità nel caso serva un altro pò di zucchero.


Se volete partecipare il regolamento lo trovate qui.
I link alle ricette invece potete lasciarli qui.

2 commenti:

  1. Ciao!
    Scusa tantissimo l’effetto “spam”, ma abbiamo pochissimo tempo per avvisare tutti! Dopo il successo della precedente contro l’omofobia, decolla una nuova iniziativa food-bloggers contro l’atteggiamento indegno del Governo nei confronti delle donne. Qui trovi tutte le info. Vieni a leggere, grazie!
    http://merendasinoira.wordpress.com/2011/01/24/entro-il-6-febbraio-liberiamoci-del-maiale/
    http://kemikonti.blogspot.com/2011/01/nuovo-post.html

    RispondiElimina
  2. Hola debo admitir que es la primera vez que vengo por tu blog. Lo había visto alguna vez, pero de paso y sin pararme casi nada.
    No he podido por problemas médicos, aún sigo pendiente de otra operación más, algo seria y entre unas cosas y otra estuve durante muchos meses alejada de todo este mundo.

    Llevo casi 3 años con mi blog: CUATRO ESPECIAS, pero le he dado cambios.

    También he cambiado el enfoque del mismo, su contenido y además ha dejado de ser anónimo. Hasta puse una foto mía y todo.

    A veces es la propia vida la que nos empuja o anima a dar estos pasos, lo cierto es que me hace bien, me relaja y me distrae,
    Seguiré visitándote de ahora en adelante, me ha gustado y mucho y espero volver a verte por mi blog.

    Un abrazo:

    CUATRO ESPECIAS

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, datemi il vostro parere!